Recensioni · Senza categoria

Recensione doppia Sei tu il mio paradiso-Debora C. Tepes

Sei tu il mio paradiso

Titolo: Sei tu il mio paradiso

Autore: Debora C. Tepes

Editore: Selfpublishing

Data di uscita: 9 Maggio

Ci sono sguardi dai quali non puoi sfuggire, occhi che incatenano il cuore per sempre.
Indiana ed Elijah sono due spiriti ribelli, anime distrutte che, però, finalmente insieme, cercano di raggiungere la serenità. Più uniti che mai, dopo un viaggio nei ricordi, hanno deciso di darsi una possibilità e di viversi totalmente, senza limiti o barriere.
La felicità è a portata di mano, ma la loro storia d’amore non è certo idilliaca. Tra liti e riappacificazioni, i due ragazzi faranno di tutto per non perdersi e decideranno di partire per Los Angeles, così da realizzare i loro desideri: Indiana sogna di imparare a tatuare e di esprimere la sua arte nel disegno, Elijah vuole trovare quella pace interiore che sembra vacillare ogni giorno di più.
Il suo spirito tormentato, infatti, sembra distruggere ogni cosa, perfino il rapporto con la donna che ama. Possono una convivenza e una città nuova mettere fine al dolore e al peso ingombrante dei ricordi di Elijah? E potrà Indiana tollerare gli sbalzi d’umore e accettare una storia d’amore complessa che a tratti sembra sgretolarsi? Potrà, infine, la vita regalare ai due ragazzi la possibilità di combattere contro un destino avverso oppure il futuro li allontanerà per sempre?
L’amore sarà l’unica risposta, l’unica forma di salvezza, l’unico sentimento in grado di inchiodare il cuore a quello di qualcun altro.

La recensione di BENEDETTA

13148383_10206777542902553_1565373711_o

Come un coltello che affonda nelle carni. Una ferita che non si rimargina, ma che non sanguina. Uno spiraglio attraverso cui s’intravede un mondo parallelo. Un universo fatto di tormento, verità e sconforto. E’ una realtà fangosa quella che descrive la mia cara amica Debora C. Tepes, con la sua penna abile, intrisa di passione, sentimenti contrastanti,  come la paura dell’oblio e del mettersi in atto per essere semplicemente se stessi, spogliandosi da ogni frustrazione, ogni ricordo torbido, cupo, ingombrante.

Sei tu il mio paradiso è il secondo volume dell’intensa serie Dangerous Souls .

Attraverso gli occhi di Indiana ed Elijah  veniamo trasportati in una storia travolgente e passionale. Ci ritroveremo on the road lungo le strade assolate della California. Riempiremo i nostri occhi di Oceano e riusciremo a percepire la salsedine sulla pelle, mentre un vento gentile ci accarezza i capelli, scuotendoli delicatamente. Ma il vento non può cancellare la realtà. Il vento, nel quale si perde Indiana, -quando con gli occhi ricolmi della bellezza selvaggia fatta del dolce suono delle onde e del sole che illumina tale spettacolo- la risveglia da un sonno profondo, catapultandola nella realtà degli occhi tristi e tormentati del suo grande amore: Elijah. I due ragazzi durante le vacanze di primavera, impareranno a convivere e tra discussioni e liti, cercheranno di supportarsi l’un l’altro. La vita però non è una bella vacanza. Non è il dolce suono delle onde che coccola la nostra mente, non è vivere nel proprio furgoncino, mettendo tra parentesi il mondo, per tentare di non farsi a pezzi a vicenda. La vita è cercare di imparare a combattere e capire quando depositare le armi, quando il contesto non sempre è quello perfetto, quando non si incontrano le persone giuste, quando i pensieri si confondono. Elijah è il punto di forza di questo romanzo. La narrazione, con il punto di vista alternato ci permette di cogliere i pensieri, le paure e i dilemmi di entrambi i protagonisti. Lo stile di Debora C. Tepes in questo secondo volume, si evolve, divenendo più maturo e sicuro, affermandosi come una garanzia per gli occhi attenti del lettore che non vede l’ora di perdersi in questa storia d’amore travagliata, ma così intensa da non permettere a chi legge di staccarsi dalle pagine. Sesso, passione, amore e confusione. Questi gli ingredienti per un romanzo perfetto. Non mancherà il dolore, perché è impresso nei tatuaggi di Elijah, negli occhi grandi della piccola, ma forte Indiana e negli occhi del lettore- che grazie alle descrizioni veritiere e particolari- riesce a sentirsi parte del romanzo stesso. Perdita, lutto, dolore, fobia di smarrirsi e non ritrovarsi più. Tutto questo è marchiato a fuoco in ogni parola, sono ciò che ci si ritrova di fronte quando si inizia a leggere questo New Adult, ambientato negli States,  ma raccontato da una scrittrice italianissima, che imprimendo il suo talento italiano, dona una marcia in più al romanzo. Non mancheranno le lacrime. Quindi, preparatevi a partire per questo viaggio, che altro non è che il viaggio di ognuno di noi. La lotta contro i ricordi, la paura di essere se stessi togliendosi di colpo una maschera che ci soffoca, spezzando anche i pensieri. Forse ci sono eventi che ci feriscono e dei quali porteremo sempre le cicatrici addosso, ma quando riusciremo a far divenire quel dolore solamente il ricordo di qualcosa di accaduto, allora avremo iniziato a vivere, arrendendoci a ciò che ci devasta  per poi prepararci alla realtà, quella fatta di vita piena, di amore, di dolcezza e di pura normalità. Ringrazio Debora per avermi raccontato una storia incredibilmente vera, ma fatta di sogni e speranza. Inoltre la ringrazio per essere stata scelta come sua beta reader e per la fiducia che in me ripone sempre. Non perdetevi questo romanzo. 5 stelline piene (ma del resto io e Silvia, non ne avevamo dubbi).  

CLICCA QUI PER VEDERE IL MIO VIDEO SU YOUTUBE

 La recensione di SILVIA

13150037_10206771640154988_1364337846_n

Mi sembra solo ieri invece è passato quasi un anno da quando, per la prima volta, ho avuto la possibilità di conoscere una coppia di selvaggi che mi ha conquistata per l’amore che da sempre li unisce. Di chi sto parlando? Ma di Indiana ed Elijah… protagonisti anticonformisti che ci hanno fatto soffrire, arrabbiare e sospirare in Sono sempre stata tua, il romanzo New Adult della nostra Debora che, nonostante la giovane età, ha già le idee chiarissime su quello che vuole fare. Indiana ed Elijah sono i suoi fiori all’occhiello e dopo averci lasciate in sospeso per un po’, finalmente torna a parlarci di questi due “pazzi” nel suo nuovo romanzo Sei tu il mio paradiso. La narrazione parte esattamente da dove era terminata con il romanzo precedente: India ed Elijah, finalmente assieme, partono per una vacanza a Daphne, luogo in cui quattro anni prima si sono incontrati e innamorati la prima volta. Sono innamorati, come tanti anni prima, forse anche di più e hanno tanti progetti per il futuro, ma saranno in grado di affrontare tutti gli ostacoli che la vita presenta puntualmente sul loro cammino? E se l’ostacolo più grande fossero proprio loro? Entrambi hanno personalità forti, poco inclini ai compromessi, Elijah poi con quei sui tratti ombrosi, gli scatti d’ira e l’innata predisposizione a combinare guai, riuscirà, questa volta, a tener fede a tutte le promesse fatte alla sua Indiana? Beh che credete, mica ve lo posso dire… qualcosa però ve lo posso svelare: Debora, con Sei tu il mio paradiso torna in scena con una penna più esperta, più matura e a volte più sensuale, sì perché vi avviso che non mancheranno scene bollenti. La narrazione scorre molto più fluida e i personaggi, il cui carattere era molto marcato nel primo romanzo, vengono lievemente sfumati resi quindi più reali, ma il merito che mi sento di dare alla nostra autrice è proprio quello di aver smussato le parti più spigolose di Indiana ed Elijah senza però togliere i tratti distintivi essenziali, quelli che ce li rendono così riconoscibili. Sei tu il mio paradiso è un viaggio. Fin dalle prime pagine il lettore sarà invitato a salire su quel furgoncino Volkswagen, tanto caro a Indiana, per correre lungo un percorso fatto di saliscendi emotivi. In un primo momento godetevi il panorama perché vi sembrerà di stare in collina, ma poi all’improvviso vi troverete a salire sempre più in alto fino alla cima della montagna più alta, fino a quando un fortissimo senso di vertigine vi attanaglierà le viscere. Sarà proprio in quel momento che l’autrice crudele vi spingerà giù senza protezioni, senza freni per una strada scoscesa e all’apparenza senza fine, ma vi assicuro che, appena prima che il senso di vuoto vi sembrerà insopportabile, due mani dolci vi afferreranno per riportarvi su una strada più sicura, in cui smaltire l’adrenalina in eccesso per poi di tornare ad ammirare un paesaggio ancora più meraviglioso del precedente. Spero di non avervi stordito con questa mia lunghissima metafora, ma se, invece, vi ho incuriosito che fate ancora qui? Correte ad acquistare Sei tu il mio paradiso e poi tornate a dirci cosa ne pensate… ammetto che sto scrivendo questa recensione a cuore aperto senza lasciare troppo spazio alla logica perché, oltre ai personaggi, sono molto affezionata anche all’autrice a cui auguro di cuore tutto il meglio che questa nuova avventura abbia da offrire.

12986427_10206657945432691_874309560_o

Annunci

2 thoughts on “Recensione doppia Sei tu il mio paradiso-Debora C. Tepes

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...