Recensioni

Recensione in Anteprima- Predestined Debora C. Tepes

13346702_10206966212699180_4692278693770523206_n

ATTUALMENTE IN PREORDER SU AMAZON, IN  USCITA IL 4 LUGLIO

La recensione di BENEDETTA

Predestined

“Musica. Cosa c’è di più bello della musica? Un impeto di armonia, tristezza e perfezione. Quando metto le cuffie nelle orecchie, mi perdo nell’immensità delle note, rifletto sulla mia vita, mi emoziono e a volte piango. La sua musa mi accoglie tra le braccia e io mi lascio cullare”

Predestined 2

Sentirsi persi, come un liquido  che scivola tra le mani, che affonda nelle carni,  che se ne impossessa, senza lasciarsi afferrare. La solitudine è una condizione piacevole e pericolosa. Piacevole perché ti isola dal mondo, trasportandoti in un qualche universo parallelo, dove anche il dolore viene anestetizzato, ma pericolosa perché in quel mondo creato appositamente come rifugio per la nostra anima sanguinante non c’è speranza di affrontare la realtà. Potente quanto un fluido magico e distrittutiva quanto un acido corrosivo. Ci sono luoghi creati appositamente per sgretolare i nostri cuori e far bruciare le ferite. Un tramonto ricco di malinconia, una penna che scrive poesie mute, una musica dolcemente straziante, una lacrima che si insinua sotto pelle, mille e più lacrime taciute che abbattono le mura spesse della nostra mente per radicarsi in un pensiero, facendolo divenire triste e doloroso. Debora C. Tepes con questo romanzo YA, con qualche sfumatura paranormal, ci fa vivere, come una lama affilata che squarcia i cuori, la solitudine di Matt. Ci racconta e ci trasporta in quel buco nero, dove tutto sembra perdere il colore originale. Ogni sfumatura diventa invisibile per il dolcissimo protagonista di questa storia. Matt reprime ogni sensazione nella solitudine e affronta in quella stessa solitudine, in quel luogo imperfetto, che diviene un vortice incessante, angoscia, dolore, paura. Ma che cos’è la paura? La paura è quella sensazione terrificante che gela le nostre mani e i nostri pensieri nei momenti di sconforto, facendoci sentire improvvisamente soli al mondo, pronti a perderci in una serie di tormentate riflessioni, che poi diverranno il più disperato pianto muto che nessuna anima, se non affine alla nostra riuscirà a percepire. Lily però percepisce quel grido taciuto che avrebbe la potenza di riempire il cielo di note stonate, portando via parte di quella sofferenza, se solo Matt avesse il coraggio di gridare in quell’aria densa e soffocante parole e anima.

Matt 2

La vita di ogni essere umano è una lotta. Non sempre però riusciamo a essere coraggiosi, a volte per divenire dei guerrieri dobbiamo superare diversi ostacoli, fare i conti con la parte più logora di noi stessi, ricucire le pareti del nostro cuore, imparando a portare fieramente quelle cicatrici, come ricordi di ciò che è stato, di quel momento triste che ci ha permesso di trasformarci in perfetti soldati, pronti a combattere la più spietata delle guerre. Matt è quel combattente, è quel ragazzino smilzo e dal viso pallido,  che vive a pieno la sua depressione, che sembra quasi essere felice nella sua condizione di disagio. A Matt basta chiudere il mondo fuori per sentirsi improvvisamente bene. Ma quella ragazza dagli occhi grandi e dai capelli lilla, riuscirà a far brillare quegli occhi inespressivi,  gli regalerà una finestra sul mondo, per assicurare l’accesso alla luce in quelle tenebre.

Predestined 5

Come un fulmine che illumina di colpo il cielo, come una giornata di sole dopo giorni di pioggia, come il bacio dolce che delicatamente ci sveglia dal peggiore dei nostri incubi, come l’abbraccio nel quale perdersi, come quell’affinità, quell’anima gemella che, da qualche parte nel mondo era destinata ad arrivare a te. Come l’amore improvviso che salva ogni essere umano. Come la salvezza, come la mano che afferra un corpo pronto a scivolare in un burrone, come l’amore più puro, più dolce che possa esistere. Lily colma i vuoti di Matt, ma a volte l’amore non basta, a volte non basta l’incontro giusto per decidere di iniziare a combattere, a volte la spinta parte semplicemente da noi, ma l’incontro con una bella anima, con una persona in grado di disintossicarti dal dolore, può essere quell’inizio, quel primo passo verso la vita. Perché se affronti la sofferenza prima o poi anche essa si allevierà, perché dopo tanto tormento ci sarà sempre lo spazio giusto per un sorriso, perché anche se ti senti solo, al mondo ci sarà sempre qualcuno così affine a te al punto da capirti, da riempire anche la tua anima con la sua. Questa è la potenza dell’amore. L’amore ti spinge verso la salvezza, ti ricorda che una via d’uscita, in quel labirinto invisibile, c’è sempre. Perché se abbatti le spesse mura del dolore, prima o poi quelle lacrime voleranno verso l’alto, si perderanno nell’aria durante una notte stellata e ti doneranno la forza di combattere.

5 stelline meritatissime, per una storia d’amore, di accettazione, di ricerca di se stessi e di estrema confusione. Debora C. Tepes ha descritto al meglio ogni sfumatura dell’adolescenza, attraverso gli occhi tristi e distratti di Matt , che in realtà attendevano solo la spinta giusta per iniziare a brillare di nuovo, riempiendo  anche il più intenso dei vuoti di magia.

Guarda il mio VIDEO su YT

matttttttttttt

La recensione di SILVIA

Sono stata immensamente felice di poter leggere questo romanzo prima della sua uscita, è sempre un onore ricevere un dono così importante da un’autrice, nonché amica, per cui si nutre una grandissima stima. Purtroppo non avevo avuto modo di leggere Predestined alla sua prima pubblicazione quindi non appena me ne è stata data l’occasione l’ho letteralmente divorato. Predestined ci racconta la storia di Matt, un ragazzo introverso, che si nasconde tra le rime di una poesia di Baudelaire oppure dietro al foglio bianco che vorrebbe macchiare con i suoi pensieri più profondi. Un ragazzo che, gettato nel mare di dolore della vita, ha smesso di dimenarsi per restare a galla, con la speranza di colare a picco per sentirsi finalmente libero da quell’angoscia che gli opprime il petto. Eppure, nel momento più buio della sua vita, quando sembra che nessuna luce sarà mai abbastanza intensa da rischiarare la sua via, Lily come un angelo salvatore, farà la sua comparsa…. sarà in grado la giovane ragazza, dai magnetici capelli lilla, di salvare Matt? Be’ non vi aspetterete di certo che ve lo dica? Ho adorato i personaggi tracciati dalla penna di Debora, Matt è un ragazzo dolcissimo, con un fardello troppo grande da portare. Spesso, durante la lettura, avrei voluto poter allungare una mano per accarezzargli il viso e infondergli sicurezza e amore.

Predestined 7

Matt si contrappone, senza vergogna aggiungerei, alla figura del bad boy che dietro arroganza e strafottenza cela in realtà un’anima disintegrata… no, Matt non possiede maschere, si mostra esattamente per quello che è anche se il più delle volte vorrebbe solo essere invisibile. Lily è la sua salvatrice sbucata dal nulla proprio quando tutto stava per finire. Con i suoi capelli lilla, la pelle candida e l’esile corporatura potrebbe apparire fragile in un primo momento eppure è in grado di irradiare la forza necessaria affinché anche per Matt la luce oltre il buco nero sia visibile. Ted, il migliore amico di Matt, è un personaggio secondario che io ho totalmente amato, con la sua giovane freschezza è riuscito in svariati momenti a smorzare le tensioni accumulate durante la lettura. Ognuno di noi dovrebbe avere la fortuna di avere al proprio fianco un amico come lui: fidato e protettivo a cui confidare anche il segreto più intimo senza temere di essere traditi o giudicati. Spensierato, ma mai frivolo… abbastanza sensibile da comprendere il dolore del suo più caro amico, nonostante non l’abbia mai provato sulla propria pelle; Brutalmente sincero, ma incredibilmente leale. Debora con Predestined ci ha mostrato un altro lato di sé, del suo essere autrice. Si è mostrata abile nel passare da un genere all’altro con sfrontata maestria.

Predestined 8

I temi trattati in Predestined sono duri da digerire e il rischio di banalizzare o, al contrario, di soffocare il lettore era indubbiamente alto eppure questo non è successo. Grazie al giusto equilibrio ci troviamo di fronte a una storia che strazia, ma non sgretola. La componente paranormal di questo romanzo non è centrale, è più una dolce pennellata di magia che dà una svolta inaspettata alla storia. Perfettamente digeribile a chi non si considera un amante del genere e uno splendido dono per chi, invece, di paranormal si abbevera. Che dire? Non lasciatevi sfuggire questa lettura tanto intensa da risucchiarvi in un vortice di amore e dolore da cui alla fine non sarà facile librarvi. Il massimo dei voti per Predestined.

12986427_10206657945432691_874309560_o

 

Annunci

One thought on “Recensione in Anteprima- Predestined Debora C. Tepes

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...